MOSTRA PERSONALE AL MUSEO DI SALO'

25.10.2020 19:07

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Vincitrice ad Arteamcup 2019 del Premio speciale Civica Raccolta del Disegno di Salò, Giulia Spernazza ha trascorso una Residenzad’artista dal 4 all’11 ottobre presso il MuSa. Per l’occasione ha realizzato una mostra personale in dialogo con il luogo e ha creato, con l’intervento del pubblico, un’installazione ambientale.

I lavori in mostra evidenziano il concetto stratificazione. La carta è il medium, ma anche il filo conduttore tra la ricerca volta alla tridimensionalità e quella insita nel segno. Elemento costante è la sovrapposizione, sia di fremmenti di carta sia di superfici materiche e segniche ; ogni passaggio, anche quello più evanescente, è indispensabile allo svelamento dello strato successivo. Ogni Opera è un’istantanea che ferma l’immediatezza temporale. Il tempo scorre, in un flusso inarrestabile, ma tutto lascia traccia del suo percorso e nelle opere affiorano particelle di tempo. I suoi libri d’artista sono infatti simbolici contenitori, custodi di memorie. Il fare artistico è esperienza, conoscenza, metafora della trasformazione che compiono materia e spirito. Questa ricerca rivela un percorso introspettivo, ma non soggettivo, che indaga nell’animo dell’essere, attraverso una progressiva evoluzione tesa al raggiungimento della conoscenza del sé. Il minimalismo della sua opera è ricerca e sintesi dell’essenza, della verità celata in ogni essere umano.

Silenzio candito

Vuoto sospensione

Stratificazione svelamento

Essenziale rivelazione.

 

 Anna Lisa Ghiradi

www.vanillaedizioni.com/crowdfunding/progetto/giulia-spernazza/